La scelta del cucciolo...

Prima di tutto si va da un Allevatore che allevi al massimo un paio di razze (2/3). Il massimo sarebbe trovare un Allevatore Amante della razza, che allevi solo quella (meglio se riconosciuto Ufficialmente -ENCI). Basta vedere come vivono i suoi cani e capirete subito. Sarebbe meglio evitare allevamenti con troppi soggetti perché la selezione risulterebbe difficile, evitando anche coloro che fanno troppi cuccioli in un anno.

20/40 cuccioli in un anno, significa avere un Alta Qualità (salute, indole, caratteristiche morfologiche) di cani.
Un allevatore Amatoriale Serio è colui che possiede al massimo una decina di esemplari che vivono a stretto contatto con lui, in casa ed in giardino, che non fa monte e cucciolate a ripetizione, preservando le sue fattrici da stress e debilitazioni dovute ai parti, che se ne frega dei guadagni, ma che crede in un continuo miglioramento e selezione della razza da tutti i difetti noti e occulti, che conosce le linee di sangue e fa monte con cognizione di causa ed effetto. 
Andremo da lui anche sedistante parecchi chilometri, ci faremo consigliare e se c'è da attendere non ci faremo prendere dalla fretta (l'errore più frequente).

Il consiglio che diamo quando si mette piede dentro un allevamento è di guardare se ci sono cani anziani e in che maniera vivono e vengono trattati. Questo è un buon modo di capire che tipo di personaggio è il proprietario dell'allevamento, se ama i suoi cani o questa sua "passione" è l'apparenza per poter lucrarci.

Come scegliere il cucciolo...

Quando si sceglie un cucciolo, in maniera particolare un Retriever, si osservano innanzitutto le condizioni fisiche della madre; non è necessario che questa sia bene in carne, ma è importante che abbia evidenti segni di lattazione, ciò vuol dire che i cuccioli sono ben nutriti. La scelta va fatta quando il cucciolo ha un mese di età e successivamente si può compiere una visita all'allevamento per controllare la sua crescita al momento dello svezzamento. Durante questo periodo la dose di grasso del cucciolo non deve diminuire troppo rispetto al periodo di sola lattazione.
Non è garanzia di bellezza futura la dimensione più o meno grande del cucciolo rispetto agli altri fratellini poiché, crescendo, tutto può cambiare. Un errore comune è quello di credere che il cucciolo più grosso della cucciolata sia veramente il più bello; altro errore è quello di pensare che, allontanandolo dalla madre, il primo a cui la madre si avvicina sia il migliore, è solo il più dominante caratterialmente (vedi Test di Campbell).

 

Contatore visite gratuito