Come insegnare al cucciolo a sporcare fuori casa...

Insegnare al cucciolo a sporcare fuori casa non è difficile, ma come ogni cosa richiede dei piccoli accorgimenti. Vi forniamo alcuni consigli utili per ottenere in breve tempo dei buoni risultati!

Quando portiamo a casa il nostro cucciolo di pochi mesi, dobbiamo imparare a conoscerlo e in breve tempo capiremo quando ha fame, quando vuole le coccole, quando vuole giocare e anche quando dovrà fare i suoi bisogni: lo vedremo annusare intensamente il terreno o il tappeto, girare un po’ su se stesso, tentare di accovacciarsi e un attimo dopo...la pipì?!

Che cosa fare? Ricordiamoci che è sempre meglio PREVENIRE, giocando di anticipo!

Il cane, infatti, solitamente sporca in alcuni momenti precisi della giornata: appena si sveglia (quindi dopo ognuno dei frequenti pisolini che si fa durante il giorno), dopo che ha mangiato e spesso dopo aver giocato! I primi tempi, quindi, dovremo dedicargli un po’ di tempo e attenzione per imparare a riconoscere questi momenti e intervenire per tempo. Quando ci accorgiamo che il nostro amico si sta preparando a fare la pipì, prendiamolo subito in braccio e portiamolo di corsa nel luogo preposto ai suoi bisogni (ad esempio, il giardino di casa o quello condominiale o il tappetino assorbente). Appena si sarà liberato nel “posto giusto” gli diremo un “BRAVO” e lo riempiremo di carezze per fargli capire che ha fatto proprio ciò che volevamo! Al contrario, se non saremo abbastanza tempestivi e se capitasse che il cane sporchi proprio sotto i nostri occhi sul pavimento di casa o peggio sul tappeto, dovremo intervenire con un secco “NO” e portarlo ugualmente fuori. Questo vale solo se becchiamo il nostro amico sul fatto! Arrivare anche pochi secondi dopo rende inutile sgridare il cane. Non capirebbe perché lo stiamo punendo, neanche riportandolo dove ha sporcato. Se arrivate tardi, quindi, limitatevi a fare finta di niente e di pulire solo dopo aver allontanato il cane!

Il cucciolo, specie nei primissimi mesi, non ha una grande autonomia, perciò sarà necessario portarlo fuori spesso, massimo ogni due ore e possibilmente sempre negli stessi orari, in modo da creare un’abitudine quotidiana importantissima per il nostro cane. Di notte sarà difficile che riesca a trattenersi così a lungo, perciò cercate di limitare i danni, tenendolo chiuso in un luogo circoscritto che possiate pulire facilmente. Lo porterà fuori l’ultimo che va a dormire e il primo che si sveglia in modo da accorciare i tempi.

Ѐ consigliabile portarlo sempre nello stesso luogo a sporcare, in modo che sia stimolato dagli odori che già conosce e che impari presto che quello è il suo “bagno”! 

Nel cucciolo, tuttavia, fino al quarto/sesto mese è normale la minzione emotiva (fa pipì quando si emoziona o è felice!) o in casa. Nell’adulto e nel cane anziano puliti che cominciano a sporcare in casa, invece, va sempre indagato un sottostante problema di salute o comportamentale.

Contatore visite gratuito